Featured Image

“La Forma dello Sguardo” tra pittura e fotografia, anche a Roma

“La Forma dello Sguardo”, tra pittura e fotografia: pitture di Luigi Campanelli – fotografie di Marcello Di Donato Arriva a Roma, fino a venerdì 19 maggio 2017, una selezione di piccole opere dei due artisti. HORTI LAMIANI GALLERY Via Giovanni Giolitti 163 (lato destro Stazione Termini) orario: Lunedì, Mercoledì, Venerdì 10:30 – 18:00 Martedì, Giovedì 10:30… Read more »

Featured Image

Isole Perdute: l’arte come studio aperto

Isole Perdute, la poesia dello sguardo. Nell’attività artistica e culturale di Luigi Campanelli (autore di queste “Isole Perdute”), molti potrebbero essere gli aneddoti e i passaggi chiave. Curioso può essere citarne alcuni alquanto originali e significativi: nel 1977 il saggio “Alchimia bibliografica di un perito edile” e, sempre nello stesso prolifico anno, la fondazione, con un… Read more »

Featured Image

Piccole visioni, tra estasi e stupore

Le Piccole Visioni di Luigi Campanelli Figura e linguaggio: le Piccole Visioni. “La pittura di Luigi Campanelli è lontana dalle secche della maniera neo-accademica attuale. La sua trasparenza opaca è brivido di colore (quasi terre colorate), mostra sempre possibili profili plastici irripetibili, animati dall’estasi e dallo stupore.” [Italo Mussa – Notiziarte anno I° – Aprile 1987] GUARDA QUI UNA… Read more »

Featured Image

Daedalus (2002), personale di Luigi Campanelli

L’offerta dell’arte: Daedalus all’Abbazia di San Vincenzo La personale “Daedalus” di Luigi Campanelli riconduce l’arte in una sua antica collocazione, ruolo e funzione. In questo arco di tempo ristretto, l’arte è costretta a un confronto frenetico e al continuo cambiamento. Ecco che inserirla nuovamente in un’architettura sacra fa cambiare improvvisamente rotta e impone ripensamenti. Ciò accade… Read more »

Featured Image

Benvenuti

L’idea di questo nuovo sito, oltre a offrire una panoramica delle opere e della concezione artistica di Luigi Campanelli, è quella di condividere un dialogo sempre aperto, attento e consapevole sulle risposte che ancora oggi l’arte può dare al percorso evolutivo dell’uomo.